Uniti si vince

Autore dell'articolo
fabio_41rn6bzn

“Il bullismo spezza i rami più belli che un ragazzo o una ragazza possiede. Poi il tempo passa e nasce un fiore nuovo. Chi non si arrende vince sempre. Il futuro che aspetta non lo si può deludere”.

Ines Sansone

Sempre più spesso tramite i giornali e la tv si sente parlare di questo fenomeno… il bullismo. Leggiamo delle conseguenze disastrose a cui può portare e del “ne ero totalmente all’oscuro” da parte di compagni, insegnanti e genitori. Un fenomeno che purtroppo agisce subdolamente nella mente di vittime, bulli e spettatori, in grado di creare dinamiche che tenderanno a ripetersi continuamente nelle vite di chi ne è coinvolto.

Che cosa è il bullismo?

Il bullismo è un insieme di comportamenti e atteggiamenti aggressivi messi in atto tra coetanei, caratterizzati da una durata nel tempo, un disequilibrio di potere e da una volontà diretta da parte di chi lo esercita.

Come riconoscere le vittime e cosa può acadere loro

Le conseguenze del bullismo nelle vittime possono essere molteplici, dai sintomi somatici, agli stati ansiosi, all’ideazione suicidaria fino al suicidio. Le vittime di bullismo con molta probabilità nel futuro subiranno mobbing a lavoro, non riusciranno a portate a termine gli obiettivi prefissati e faranno fatica a sfruttare le risorse di cui sono dotati. In loro si riscontra una bassa autostima, incapacità a concentrarsi, scarsa voglia di frequentare scuola o lavoro, scarso empowerment, mancanza di fiducia negli altri, alterata progettualità.

Come riconoscere i bulli e cosa può acadere loro

Nei bulli si riscontra una forte mancanza di empatia, difficoltà a concepire il dolore che si provoca negli altri, voglia di emergere a tutti i costi e di schiacciare IL MALCAPITATO. Gli aggressori con molta probabilità in futuro faranno uso di sostanze, attueranno comportamenti criminali, potrebbero soffrire di disturbi psichiatrici, avranno un ritardo emotivo.

E’ IMPORTANTE CAPIRE CHE L’INTERVENTO DEVE ESSERE FATTO SIA SULLA VITTIMA CHE SULL’AGGRESSORE.

ESSERE AGGRESSORI NON SIGNIFICA ESSERE VINCITORI!

Come interviene il nostro centro

Il nostro centro propone un intervento in toto, coinvolgendo famiglie, scuola, vittime e bulli.

Puntiamo alla responsabilizzazione (empowerment) dei soggetti coinvolti, tramite l’informazione attiva degli insegnanti e degli alunni; tramite programmi di supporto per le vittime e tramite l’attuazione di un sistema di regole per la gestione della classe al fine di poter prevenire o fronteggiare gli episodi più gravi .

L’obiettivo del KI è quello di migliorare le vite delle persone con cui si entra in contatto. Nel caso specifico del bullismo riteniamo che una buona informazione delle istituzioni, una forte responsabilizzazione degli aggressori e un supporto alle vittime possano costituire una soluzione al problema, ed è importante capire che il nostro sostegno è forte!

ADESSO BASTA! : Un altro tipo di intervento che proponiamo è quello che prevede la pratica di arti marziali (Aikido, Judo, Kung, Jujitsu) e tecniche di autodifesa, attraverso le quali il bambino acquisisce sicurezza e consapevolezza di se stesso e sviluppa capacità difensive aumentando la propria autostima. Praticare una disciplina basata su una filosofia antica aiuta a sviluppare importanti risorse personali che vanno a mitigare la violenza e ad aumentare il rispetto per gli altri. Il nostro intervento coinvolge sia le vittime del bullismo che i bulli stessi, in quanto la vittima apprenderà a fronteggiare il bullo. Il bullo, ovvero l’aggressore, sarà reso consapevole dei rischi che incorre per se stesso e per il proprio futuro continuando ad assumere il ruolo di aggressore, e gli saranno insegnate tecniche di difesa che gli permetteranno di difendere una terza persona, così da riuscire a convertire l’immagine negativa che ha di se stesso, in un ‘immagine più degna ed integrata nella società.

Questa tipologia di intervento è già applicata con grande successo nel I Centro Anti bullismo che ha sede a Milano, di cui la trasmissione Le Iene ha anche recentemente fatto un servizio che consigliamo agli utenti di visionare, al fine di capire gli enormi vantaggi che questo tipo di intervento può apportare sia nella vita della vittima che in quella del bullo.