Unicum

Autore dell'articolo
fabio_41rn6bzn

Obiettivi

Gli specialisti del Ki – Centro Specialistico della persona – identificano l’unicità dell’individuo come il risultato dell’interazione fra mente, corpo e anima; questa idea alla base della nostra pratica clinica ci ha spinti ad interrogarci su quale fosse il modo migliore di agire per favorire tale fondamentale e delicata interazione al fine di ottenere un considerevole miglioramento sulla qualità della vita e sul benessere della persona. Nasce così “Unicum” un trattamento studiato su misura per la persona, che risponde alle specifiche esigenze individuali espresse sotto forma di disagio psicofisico. Attraverso un intervento ottenuto dall’interazione e dalla collaborazione fra psicologi, nutrizionisti, osteopati e personal trainer qualificati, è infatti possibile trattare qualsiasi tipo di problematica sotto diversi punti di vista e cosa più importante scegliendo questa via è possibile avere a disposizione una più vasta gamma di possibili soluzioni ed agire contemporaneamente su più fronti, così da garantirsi una massima efficacia ed un miglior risultato.

Psicologo

«Ognuno desidera che la vita sia semplice, sicura e senza ostacoli; ecco perché i problemi sono tabù. L’uomo vuole certezze e non dubbi, risultati e non esperienze, senza accorgersi che le certezze non possono provenire cha dai dubbi e i risultati dalle esperienze. Così la negazione forzata non crea convinzioni, al contrario, occorre una coscienza più vasta e più alta per stabilire la sicurezza e la chiarezza» C. G. Jung (“Le diverse età dell’uomo”, 1930-1931).

Grazie al sostegno e all’intervento psicologico sarà possibile inquadrare la problematica ed intervenire quindi sulle dinamiche che determinano ed influenzano la mente, il sentire ed il comportamento, così da ottenere un importante miglioramento anche sulle condizioni psicofisiche e di conseguenza un potenziamento della qualità della vita.

L’intervento psicologico unito ad un altro o ad altri interventi qui di seguito riportati potrebbe rivelarsi la chiave di volta anche per situazioni difficili e dolorose vissute da tempo.

Nutrizionista

Feuerbach in una sua famosa opera del 1862 “Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia” insiste sull’idea che se si vogliono migliorare le condizioni spirituali di un popolo, bisogna come prima cosa migliorarne le condizioni materiali. Per il filosofo esiste un’unità inscindibile fra psiche e corpo, ne consegue che per pensare meglio dobbiamo alimentarci meglio: “La teoria degli alimenti è di grande importanza etica e politica. I cibi si trasformano in sangue, il sangue in cuore e cervello; in materia di pensieri e sentimenti. L’alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento. Se volete far migliorare il popolo, in luogo di declamazioni contro il peccato, dategli un’alimentazione migliore. L’uomo è ciò che mangia”(Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia, 1862)

“L’uomo è ciò che mangia”, questo semplice assunto racchiude un’importante verità convalidata da un’ampia letteratura scientifica che evidenzia quanto l’alimentazione influisca considerevolmente sulle condizioni psicofisiche e di conseguenza sul benessere dell’individuo; è quindi di fondamentale importanza studiare ed adottare un regime alimentare che permetta al nostro corpo di funzionare al meglio, tenendo conto delle specifiche caratteristiche personali di ognuno di noi; così da poter ottenere importanti benefici anche sulla mente e sull’umore, che uniti ad un efficace intervento psicologico possono incrementare le probabilità di successo per l’ottenimento di un maggiore equilibrio psicofisico.

Osteopatia

“L’osteopatia è la regola del movimento, della materia e dello spirito, dove la materia e lo spirito non possono manifestarsi senza il movimento; pertanto noi osteopati affermiamo che il movimento è l’espressione stessa della vita”. (Still, A.T. Autobiografia,1892)

L’osteopatia cerca innanzitutto la perfezione fisiologica della forma, manipolando la struttura ossea in modo che le arterie possano distribuire il sangue, nutrire e costruire tutte le parti, che le vene possano rimuovere tutte le impurità che da esse dipendono per rinnovarsi, e che i nervi di tutte le classi possano essere ben sgombri mentre applicano le forze della vita e del movimento a tutte le sezioni e all’intero del laboratorio della natura.

L’osteopatia pone l’accento sul malato piuttosto che sulla sua malattia, di conseguenza l’impostazione del trattamento non è codificabile per disfunzione, ma strettamente individuale e impostabile in funzione dei dati emersi dall’anamnesi, presentando varie possibilità: dal trattamento unico al trattamento di appoggio, secondo la natura e l’intensità dei disturbi, l’età, i caratteri ereditari e acquisiti, il modo di vivere e le esigenze del paziente.

La durata del trattamento è determinata dalla risposta individuale al trattamento stesso. Il compito dell’osteopata consiste nel decodificare al meglio ogni informazione fornita dall’organismo, nell’identificare i segni di una sofferenza tissutale per fornire una migliore interpretazione, nel capire l’origine di una sintomatologia e nel trattarla.

L’interazione fra uno psicologo ed un osteopata da luogo ad un trattamento ancora più ricco e più completo con effetti caratterizzati da una maggiore durata ed efficacia nel tempo.

Personal Trainer

“La vita è sempre degna di essere vissuta e lo sport dà possibilità incredibili per migliorare il proprio quotidiano e ritrovare motivazioni.” ( Alex Zanardi)

“Sono pronta a sfidare i limiti. La storia li pone, gli uomini devono superarsi per generare altri ostacoli che puntualmente verranno abbattuti. E’ lo sport, come la vita.” (Valentina Vezzali)

Dalle parole di questi due fuoriclasse è facile intuire come lo sport sia una meravigliosa metafora della vita e di quanto sia importante praticarlo per il raggiungimento di un più efficace equilibrio psicofisico.

Alla luce di queste riflessioni la figura di un personal trainer fondamentale se si vogliono raggiungere importanti risultati, in quanto, lavorando in tandem con uno psicologo riuscirà dopo un’attenta valutazione della persona, dei suoi bisogni e delle sue capacità a studiare un programma di allenamento che permetta all’utente di raggiungere considerevoli risultati ottenendo benefici sia sul piano fisico che mentale, sviluppando autostima, costanza e motivazione.

  • COME QUESTA TIPOLOGIA D’INTERVENTO MULTIDISCIPLINARE PUO’ FARE LA DIFFERENZA?

Questa specifica tipologia d’intervento interagisce all’interno dell’individuo su più livelli, a seconda dei casi può portare al raggiungimento di una molteplicità di obiettivi e di risultati che si evidenzieranno e concretizzeranno sul benessere personale e sul miglioramento della qualità della vita della persona.

Come si interviene?

  • Fase iniziale: inquadramento psicodiagnostico della problematica, identificata attraverso colloqui e test che forniranno informazioni utili riguardo la dimensione soggettiva
  • Al termine del IV colloquio: Proposta da parte del terapeuta del percorso da seguire, definizione condivisa degli obiettivi e strutturazione di un programma per il conseguimento di questi:
  • Inizio del percorso psicologico individuale e/o familiare
  • Inizio del programma

Possibili vantaggi dell’intervento

Per gli adulti: L’iniziativa qui proposta permette la strutturazione di un intervento mirato agli specifici bisogni della persona e permette di interagire su più livelli all’interno dell’individuo così da garantire un risultato caratterizzato da maggiore durata ed efficacia permettendo un progressivo miglioramento del benessere personale, familiare e della qualità della vita.

Per gli adolescenti: Consigliamo di valutare la possibilità di aderire al programma “Si può fare” che prevede la scelta di un intervento psicologico abbinato al perseguimento di un percorso sportivo caratterizzato da specifici obiettivi studiati su misura sulla persona.

L’applicazione in ambito sportivo e la soddisfazione che si trae dal raggiungimento di un obiettivo permettono di aumentare l’autonomia, il senso di efficacia, la costanza e la motivazione, tutti fattori necessari anche per la riuscita di un efficace percorso terapeutico.

Se il ragazzo presenta dubbi e perplessità riguardo se stesso o il futuro percorso di studi da intraprendere valutate anche questa nostra proposta.

Perché scegliere il KI Centro Specialistico della persona

Nell’intento di garantire il miglior servizio ci avvaliamo della collaborazione di professionisti entusiasti e motivati che possono vantare una comprovata esperienza nel campo ed agiscono nell’ottica della tutela, dell’interesse e dello sviluppo della persona.